Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi.
Continuando nella navigazione acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo.
Secondo statistiche effettuate in questi anni, un italiano su 6 soffre abitualmente di APATIA, e sperimenta almeno ogni 10 giorni forti condizioni di ANERGIA e ABULIA.
Statistiche effettuate 10 anni fa mostravano un quadro già diverso, si parlava di condizione di APATIA, ANERGIA e ABULIA, solamente per 6 soggetti ogni 100.
In Europa sembra che 60 milioni di persone convivano abitualmente con questa limitante condizione esistenziale, che porta il soggetto ad agire come un automa, senza desideri e senza volontà; trascinato dagli eventi, il soggetto avverte dentro di sé una forte perdita di senso e di interesse per qualsiasi cosa lo circondi.
Sembra quindi che il moderno stile di vita faciliti la comparsa di questa condizione e se non compresa appieno e contrastata in tempo, giorno dopo giorno, diventa sempre più difficile uscirne.
APATIA deriva dal termine greco A-PATHEIN, (alfa privativa + pathein=emozioni), letteralmente "privo di pathos" cioè senza emozioni.
Origine etimologica simile per i termini ANERGIA, che significa mancanza di energia e ABULIA, mancanza di volontà (dal greco BOILÈ che significa appunto VOLONTÀ).
I soggetti che provano ANERGIA si sentono mentalmente spossati, non hanno forze per alzarsi dal divano (o dal letto), e comunque non ne trovano il motivo.
I soggetti ABULICI non provano desideri o volontà nel fare qualcosa, non si sentono attratti da nessuna specifica attività che possa renderli appagati e gratificati.
Sembra che le donne siano maggiormente predisposte verso questa condizione e comunque risulta molto più frequente nei giovani tra i 16 e i 25 anni che negli adulti.
Come fare ad uscire da questa condizione emotiva così fortemente debilitante?
 
Se anche a te è capitato di vivere giornate intere senza aver voglia di fare alcunché, leggi questo articolo fino in fondo, sono sicuro che apprenderai importanti concetti che ti aiuteranno, fra le tante cose, anche a conoscerti meglio e a imparare come evitare di vivere questa spiacevole condizione.
Eh si, perché la PREVENZIONE qui è molto importante.
Sebbene come MENTAL COACH conosca SPECIFICHE E MOLTO EFFICACI TECNICHE per FAR USCIRE le persone, in poco tempo, da questa condizione mentale ed emotiva, ritengo che saperne PREVENIRE LE CAUSE sia molto più importante ed efficace per te che stai leggendo.
 
Perché ad un certo punto il corpo si ribella e ti priva di desiderio, volontà, motivazione?
Perché la tua mente, in un certo momento, comincia a preferire il piacere dell'inattività, preferisce farti restare nell'immobilità piuttosto che farti uscire di casa, farti conoscere gli altri e il mondo la fuori?
 
apatia anergia abuliaSi è studiato che esistono precise cause e comportamenti che a lungo andare possono portare l'individuo a sperimentare condizioni di questo tipo, dal quale poi diventa difficile uscire senza l'aiuto di una persona esterna, esperta nel loro trattamento specifico.
Intanto bisogna che tu comprenda questo PRINCIPIO FONDAMENTALE: ogni volta che il tuo corpo si trova in una condizione tale da dover FAR FRONTE AD UNA MINACCIA INTERNA, RIDURRÀ LE ENERGIE DEL DESIDERIO E DELL'ADERENZA ALLE COSE ESTERNE.
Ad esempio, pensaci bene, quanta voglia hai di farti una passeggiata fuori o metterti a leggere un libro se hai un'influenza intestinale?
Oppure, ancora, quanto desiderio hai di parlare al telefono con qualcuno, quando hai la febbre a 39?
 
Questa reazione è ASSOLUTAMENTE FISIOLOGICA, tutte le dinamiche di INTERAZIONE SOCIALE e di INTERAZIONE con L'ESTERNO, bruciano energia psichica che il tuo corpo NON PUÒ PERMETTERSI DI CONSUMARE QUANDO SI TROVA GIÀ IN UNO STATO DI BATTAGLIA IMMUNITARIA INTERNA.
È una questione di BISOGNI PRIMARI e NECESSITÀ.
Ogni qual volta il tuo corpo fronteggia un'aggressione interna dovuta a qualsiasi agente patogeno che si sta facendo strada nel tuo corpo, LA TUA MENTE RICHIAMA TUTTE LE TUE ENERGIE FISICHE E SOPRATTUTTO MENTALI, per far fronte alla minaccia in corso.
Appena l'agente patogeno viene sconfitto e debellato, solo allora ecco che lentamente ritorna la voglia di contatto verso l'esterno, ritorna la voglia di giocare, la voglia di divertirsi, la voglia di leggere o raggiungere qualche obiettivo.
 
Una volta compreso questo principio generale, ti sarà più chiaro capire perché nella letteratura medica e psicologica l'APATIA (così come l'ANERGIA e l'ABULIA), viene quasi sempre descritta come una CONDIZIONE SINTOMATICA di un MALESSERE GENERALE, che coinvolge l'individuo; ciò vuol dire che ciò che va COMBATTUTA non è la condizione di APATIA in sé, ma bisogna riconoscere e comprendere, di volta in volta, le specifiche cause, e quindi agire su di esse per ottenere il miglioramento desiderato.
Essendo una condizione di MALESSERE GENERALE, essa coinvolge PIÙ DI UNA DIMENSIONE ESISTENZIALE dell'individuo, ciò significa che DISTURBI SU PIANI DIMENSIONALI DIVERSI che coinvolgono il soggetto possono condurre ad una stessa manifestazione di APATIA, ANERGIA e ABULIA.
Analizziamo una per una queste dimensioni per comprendere bene come funziona questo meccanismo.
 

IL PIANO NUTRIZIONALE: ATTENZIONE ALL'ALIMENTAZIONE!

combinazioni alimentariLa prima dimensione che andiamo ad analizzare è quella NUTRIZIONALE.
La condizione di ANERGIA e APATIA viene INDOTTA dal corpo stesso ogni volta che deve dedicare le proprie energie al recupero di una OMEOSTASI INTERNA.
Ad esempio, CIBI TROPPO SALATI, RAFFINATI e INDUSTRIALIZZATI, rendono il sangue torbido, perché il fegato durante i processi metabolici, si trova costretto a diffondere nel flusso sanguigno residui di metalli pesanti, solfiti, nitriti e nitrati, e altre sostanze tossiche che richiedono parecchi giorni per essere eliminate dal corpo.
Durante quei giorni però il sangue abbassa leggermente il suo PH, diventando leggermente acido, quel tanto che basta per farti sentire SENZA FORZE, per farti sentire INDOLENTE, privo di VOGLIA DI FARE, se provi a contrarre i muscoli ti rendi conto che TI MANCA LA FORZA RESISTENTE, i muscoli sono svogliati e l'unica cosa che vuoi davvero fare è buttarti sul letto e restare li a dormire.
Quando sei in preda a giornate così, CHIEDITI SUBITO: <<COSA HO MANGIATO IERI?>>
 
Fai attenzione alle concomitanze, molto probabilmente noterai che ogni volta che sei apatico, il giorno prima hai consumato lo stesso tipo di pasto!
 
In generale ATTENZIONE A QUESTE COMBINAZIONI ALIMENTARI:
  1. MOZZARELLA E POMODORI CRUDI consumati assieme (quando cotti non c'è problema);
  2. CAPPUCCINO/ CAFFÈ-LATTE (sono un composto che da problemi metabolici al fegato);
  3. MISCHIARE TROPPE PROTEINE DIVERSE NELLO STESSO PASTO (del giorno prima);
 
Quando unisci ad esempio FORMAGGI, UOVA e PESCE, questo mix proteico manda in tilt il fegato, che tenderà a rilasciare sostanze di scarto nel sangue.
Personalmente da quando mangio PASTI MONOPROTEICI, non soffro più di periodi di APATIA, COME INVECE AVVENIVA PRIMA.
Puoi invece unire senza problemi carne e pesce, e formaggi e uova, ma EVITA FORMAGGI E CARNE NELLO STESSO PASTO (ricordati che lo yogurt è comunque un latticino!)
 
Quando ti senti APATICO e riconosci un ABUSO ALIMENTARE IL GIORNO PRIMA, BEVI MOLTA ACQUA E LIMONE o anche BEVI ACQUA E BICARBONATO.
Ti aiuterà a pulire i reni e migliorando l'idratazione, in questo modo faciliterai anche la pulizia del sangue.
 

IL PIANO FISIOLOGICO: ATTENZIONE ALLA STIPSI!

Forse non lo sapevi, ma l'ultimo tratto del COLON è pieno di capillari e vasi sanguigni AD ALTO POTERE DI ASSORBIMENTO.
Se le feci stazionano per molte ore, una parte viene riassorbita e quelle sostanze che dovresti espellere, te le ritrovi RIASSORBITE DIRETTAMENTE NEL SANGUE.
Il corpo si ritrova a dover far fronte ad un improvviso accumulo di tossine da dover nuovamente smaltire, attivando tutta una serie di processi IMMUNITARI INTERNI che hanno come PRINCIPALE EFFETTO il dare SENSO DI INTORPIDIMENTO e ASSOLUTA SVOGLIATEZZA GENERALE.
Quindi, anche se mangi bene, CONTROLLA LA TUA REGOLARITÀ INTESTINALE, mangia semi e frutta secca, verdura e fibre, REGOLARMENTE e vedrai che la maggior parte dei tuoi momenti di APATIA e ABULIA scompariranno dalla tua vita!
 

IL PIANO EMOZIONALE: ATTENZIONE ALL'INVIDIA E ALLE COMPARAZIONI!

apatia anergia abuliaAnche la mente, esattamente come il corpo, può INTOSSICARSI.
Se il tuo corpo si nutre di acqua e cibo, RICORDATI CHE LA TUA MENTE SI NUTRE DI EMOZIONI.
Se sei una persona che OSSERVA E GIUDICA la propria vita in base alla felicità DEGLI ALTRI, beh, questo atteggiamento non potrà che condurti a provare forti COMPLESSI DI INFERIORITÀ e questi a loro volta per essere gestiti dalla tua mente, TI FARANNO PERDERE LA VOLONTÀ DI RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI.
Se dai spazio all'INVIDIA e all'ASTIO e al RANCORE, metterai in moto una serie di MECCANISMI INCONSCI che necessitano di MOLTA ENERGIA DA PARTE DELLA MENTE e questa energia verrà sottratta dalla capacità di progettare, di osare, di provare entusiasmi e gioie personale.
Nel tempo ti sentirai SVUOTATO, PRIVO DI FORZE e ciò che prima di motivava e dava energia, lo percepirai d'un tratto SENZA SENSO E SENZA SIGNIFICATO.
Quindi, FREGATENE DELLA SALUTE E DELLA FELICITÀ CHE HANNO GLI ALTRI!
BASTA RODERSI IL FEGATO (non è un caso se l'invidia viene associata all'idea di FARSI LA BILE VERDE), pensa alla tua felicità, pensa ai tuoi obiettivi e a come fare per essere TU felice, IN PRIMA PERSONA, senza dare importanza al giudizio degli altri e alle malelingue.
Un bellissimo approfondimento sulla GESTIONE EMOZIONALE, la puoi trovare nell'articolo che ho pubblicato il 10 Giugno 2015, dal titolo "GLI STATI MENTALI E LA BIOCHIMICA DELLE EMOZIONI". Lì ti descrivo la NATURA ESSENZIALE DELLE EMOZIONI, e come esse ci aiutano a muoverci nel mondo. È un articolo che ha fatto il boom di letture, è veramente molto importante, se non lo hai ancora letto, QUESTO È IL LINK DIRETTO.
 

IL PIANO RELAZIONALE: ATTENZIONE ALLE PERSONE CHE TI DEMOTIVANO E SPENGONO IL DESIDERIO!

apatia anergia abulia2Molte persone sembrano essere al mondo solo per SMONTARE GLI ENTUSIASMI ALTRUI.
Personalmente RITENGO STUPIDO CHI PARLA DI PERSONE CHE SUCCHIANO ENERGIA DAL PROSSIMO, i famosi VAMPIRI-ENERGETICI che tanto vengono descritti nei libri NEWAGE, sono una grande cretinata.
MA È VERO CHE CI SONO PERSONE CHE TROVANO PIACERE NEL TROVARE PROBLEMI LA DOVE NON CE NE SONO!
Così come ci sono persone che ti CHIAMANO CHIEDENDOTI APPARENTEMENTE CONSIGLIO SUI LORO PROBLEMI, QUANDO INVECE, VOGLIONO SOLO SFOGARSI E AVERE UNA SPALLA SU CUI PIANGERE.
Tenendo a mente che non c'è niente di male ad aiutare il prossimo, anche quando ha bisogno unicamente di sfogarsi, RICORDATI CHE ASCOLTARE CONTINUE LAMENTELE HA UN PREZZO.
Persino gli psicoterapeuti, che conoscono molto bene le dinamiche mentali, SONO CONSAPEVOLI CHE BISOGNA MANTENERE UN FORTE DISTACCO PER EVITARE DI FARSI COINVOLGERE MENTALMENTE ED EMOTIVAMENTE DAI PATEMI ALTRUI.
 
Quindi, il mio consiglio è, se vuoi aiutare i tuoi amici e dargli una spalla su cui piangere È OK, ma mantieni distaccato e appena SENTI CHE IL CLIMA DI PESANTEZZA TI COINVOLGE, chiudi la conversazione e rimandala (con gentilezza magari), ad una diversa giornata.
EVITA INVECE PERSONE CHE TI VOGLIONO SOLO SMONTARE I PROGETTI E GLI ENTUSIASMI, TRAENDO PIACERE DA QUESTO.
 
Circondati di persone solari, motivate, che trasmettano passione e voglia di fare! :-)
 

IL PIANO ESTETICO: ATTENZIONE AL KITSCH E AGLI INESTETISMI CHE TI CIRCONDANO!

Anche l'occhio vuole la sua parte!
Quando qualcosa in casa si rompe, il più delle volte siamo presi da altri impegni, e cosi quella lampadina rimane rotta per giorni, poi magari una tenda va rammendata, una crepa in un muro va ristuccata, insomma, tante piccole cose intorno a noi necessitano di manutenzione e continue cure.
Quando cominci a COLLEZIONARE BRUTTURE ed INESTETISMI intorno a te, ecco che il corpo SI DIFENDE DA CIÒ CHE VEDE, facendoti perdere lentamente VOGLIA DI PROGETTARE, VOGLIA DI FARE.
A questo punto, PROGRAMMA UNA GIORNATA PER SISTEMARE E AGGIUSTARE TUTTO.
A volte bastano un'ora o due! :-)
RIDIPINGI UNA PARETE CON UN COLORE PIÙ ACCESO, SPOSTA I MOBILI e ACQUISTA QUALCHE FARETTO ESTETICAMENTE GRADEVOLE per migliorare la luce e la luminosità degli ambienti in cui vivi.
Se sulla scrivania utilizzi una lampada vecchia, logora, con colori spenti, SPENDI QUALCHE EURO PER COMPRARE UNA LAMPADA PIÙ ACCATTIVANTE.
Qui la parola d'ordine è NON ACCONTENTARSI!
Perché vivere con OGGETTI DI PESSIMA FATTURA E ADEGUARE GIORNO DOPO GIORNO I NOSTRI OCCHI a quelle brutture, quando possiamo, oggi, con davvero pochi euro, AVERE OGGETTI ENERGIZZANTI, CREATIVI, SOLARI, e MOTIVANTI?
L'11 Febbraio del 2015 ho dedicato un intero articolo all'importanza dell'ambiente in cui viviamo e all'influenza che ha sulla nostra motivazione e voglia di fare.
Ti consiglio di andare a leggerlo ADESSO: "IL PRINCIPIO DELL'ARAGOSTA: L'ABITUDINE ALLA MEDIOCRITÀ". LINK DIRETTO.
 
Ricordati che in generale per vivere con LIVELLI ALTI DI ENERGIA, TUTTO IL CORPO deve percepirsi SODDISFATTO E DIREZIONATO PER SCOPI E OBIETTIVI APPASSIONANTI, FORMATIVI E SODDISFACENTI per TE!
Quindi, dai SEMPRE GRANDE IMPORTANZA al soddisfacimento dei BISOGNI PRIMARI.
Ne ho parlato tempo fa quando pubblicai l'articolo sulla PIRAMIDE DEI BISOGNI PRIMARI DI ABRAHAM MASLOW.
 
IL PRINCIPIO FONDAMENTALE È IL SEGUENTE:
 

NON PUOI PRETENDERE CHE LA TUA MENTE E IL TUO CORPO SI SPINGANO AI LIVELLI PIÙ ALTI DI INTUIZIONE E SPIRITUALITÀ, SE NON ASSECONDI E SODDISFI QUELLI CHE SONO I TUOI BISOGNI PRIMARI, PIÙ MATERIALI E CONCRETI.

Solo quando tutti i tuoi bisogni, ai gradini più bassi, sono pienamente soddisfatti, solo allora, POGGIANDOTI SU QUELLE SODDISFAZIONI, potrai richiedere al tuo corpo di raggiungere STATI PIÙ ELEVATI DI COSCIENZA.
 
Spero che questo articolo ti sia piaciuto :-)
Se ti ha aiutato o ispirato in qualche modo, PER FAVORE METTI MI PIACE QUI SOTTO, e INSERISCI UNO TUO COMMENTO alla fine dell'articolo, ci aiuterai a crescere come COMMUNITY :-)
 
Alla prossima settimana
 
Fabrizio F. Caragnano
Professional Mental Coach