Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione sul nostro sito, valutare il coinvolgimento dei nostri utenti e migliorare i nostri servizi.
Continuando nella navigazione acconsenti all'utilizzo di cookie sul tuo dispositivo.
Buon Anno a te che mi stai leggendo :-)
Questo è il primo articolo del nuovo 2016 e...cade anche di Epifania, visto che pubblico gli articoli ogni mercoledì, quindi ti auguro anche una felice e ricchissima Festa della Befana ;-)
Come hai passato queste feste?
Il 2015 si è concluso come ti aspettavi?
Molte persone a fine anno tirano le somme su ciò che si è riuscito a realizzare e cosa invece ci è sfuggito; abitudine che ritengo molto utile e che ti spingo ad acquisire (se non l'hai già...), perché trovo molto educativo per sé stessi ,che si prenda consapevolezza di quelli che sono stati i propri propositi e ci si posizioni in maniera matura e responsabile per comprendere i motivi che ci hanno impedito di raggiungere ciò che volevamo ottenere.
Inoltre, è sempre importante prendere consapevolezza di ciò che invece si è riuscito a raggiungere, rallegrandosi e perché no, premiandosi in qualche modo; purtroppo spesso le feste passano via senza che nessun momento venga dedicato al pensare a quante cose belle ed importanti siamo riusciti a raggiungere.
Nel prossimo articolo ti anticipo già che parlerò di un modo molto interessante e simpatico per prendere consapevolezza dei tuoi successi raggiunti durante l'anno.
 
In questo articolo, riprendiamo il discorso lasciato in sospeso l'anno scorso... :-) 
Ti ho parlato di 4 dinamiche che continuamente plasmano e danno forma al pensiero dell'Essere Umano.
 
Esse sono: 
  1. TRATTENERE;
  2. LASCIAR ANDARE;
  3. ACCETTARE;
  4. e NEGARE;
Se ti perso la PRIMA PARTE dell'articolo, ti consiglio di andare subito a leggerlo, ti sarà indispensabile per proseguire la lettura di questa SECONDA PARTE. Puoi andare direttamente alla PRIMA PARTE dell'articolo ""LASCIAR ANDARE", "ACCETTARE", "TRATTENERE", "NEGARE": LE 4 DINAMICHE DEL PENSIERO COSCIENTE (PRIMA PARTE)", ORA, CLICCANDO SU QUESTO LINK.
 
Come ti spiegavo nella prima parte, queste 4 dinamiche sono state oggetto di studio già ai tempi di Sigmund Freud, che per primo le aveva individuate all'interno dei racconti emotivi dei suoi pazienti.
 
Voglio raccontarti questo episodio cui ho assistito qualche giorno fa, durante le feste, mentre passeggiavo per il centro di Roma.
Un bambino, con un grosso zucchero filato, inciampa, e ovviamente lo zucchero filato finisce a terra.
Il bambino comincia a piangere a dirotto, il papa lo guarda contrariato, e subito lo rimprovera aspramente: <<Guarda che hai combinato! Hai fatto cadere tutto, guarda dove metti i piedi! Smettila di piangere!>>
Il bambino sentendosi ulteriormente in colpa, inizia a strillare ancora di più, e giù con i lacrimoni, con il papà che lo tira su da terra di peso e gli strilla: <<Tieni dentro le lacrime! Sei un ometto ormai! Smettila di piangere, non fare tutte queste scene! Trattieniti!>>
Il bambino singhiozzando e intuendo che se avesse continuato sarebbero arrivati gli scapaccioni, si fa forza e tira dentro le lacrime.
 
Quante volte scene simili ti sono accadute anche a te da piccolo?
Magari non ce ne ricordiamo...ma spesso i genitori reagiscono alle marachelle dei propri figli in questo modo!
 
Alcune dei rimproveri che sento più spesso sono questi:
 
<<Non farti riconoscere quando andremo dagli zii, non fare come fai di solito! Trattieniti!>>;
<<Trattieni dentro le lacrime, sei un ometto!>>, o nel caso di una bambina <<Trattieni le lacrime, una signorina non piange in questo modo! Diventi brutta!>>;
<<Non comportarti come fai sempre! Per una volta almeno trattieniti!>>;
 
Come questi ce ne sono decine e decine.
visto conformitàSono tutti modi di rimproverare e intimidire i propri figli, inculcando loro la sottile arte di NEGARE LE PROPRIE EMOZIONI e TRATTENERSI.
Se ad un bambino viene detto che IL MODO IN CUI LUI È DI SOLITO, non va bene e non viene accettato all'interno del mondo degli adulti, IL BAMBINO CRESCERÀ PENSANDO A SÉ STESSO COME INADEGUATO, i suoi modi di essere VENGONO GIUDICATI e lui lo sa, se ne rende conto, CRESCE CON L'IDEA CHE IL MONDO ATTORNO A LUI È UN MONDO GIUDICANTE, CHE HA IL POTERE DI OSSERVARLO ED EMETTERE UN VERDETTO: IDONEO O NON IDONEO, e questo per ogni suo comportamento.
Se queste frasi vengono rivolte spesso dai genitori, ad esempio, ad una figlia femmina, la bambina crescerà con mille complessi di inadeguatezza e prima o poi, inizierà anche lei a giudicare l'aspetto di tutto e tutti, per conformarsi a ciò che vede fare dagli adulti attorno a lei.
Giudicherà il modo di vestire dei ragazzi, suoi coetanei, e delle sue amiche, arrivando perfino a farsi odiare per questo.
Quando ogni azione di una adolescente è rivolto al conformarsi e al rispondere ad una presunta "idoneità", ecco comparire i primi segnali di disagio: APATIA, ANORESSIA e BULIMIA.
L'adolescente cerca approvazione, non solo comportamentale, ma anche e soprattutto estetica.
Più dei maschi, le ragazze in fase di crescita si accorgono che il vestire e il curare il proprio corpo può favore le attenzioni da parte degli adulti, e se da piccole sono state educate a "conformarsi" continuamente per indurre queste attenzioni ecco che prima o poi si creerà uno scollamento tra il proprio modo di sentirsi, di essere e ciò che invece il mondo là fuori ti chiede di essere.
 
Ogni volta che si crea questo scollamento percettivo tra CIÒ CHE PERCEPISCI INTERNAMENTE, DENTRO DI TE, E CIÒ CHE INVECE PERCEPISCI FUORI, ESTERNAMENTE A TE, si gettano le basi per i 3 comportamenti ABERRANTI di cui ti ho già parlato nella prima parte dell'articolo:
 
  1. il comportamento INTROSPETTIVO
  2. il comportamento REATTIVO
  3. il comportamento COMPULSIVO
 
Nella prima parte dell'articolo ho voluto iniziare con una provocazione:
 
LA TUA RICCHEZZA INTERIORE È LO SPECCHIO DELLA TUA RICCHEZZA ESTERIORE
 
Perché ho voluto spingere questo concetto?
 
Perché la maggior parte delle persone che seguono il filone New Age (e, purtroppo, ho notato che anche famosi psicoterapeuti ci sono cascati, ahimè, ormai da tempo...), affermano l'esatto contrario!
Sicuramente anche tu avrai letto e sentito più volte consigli del tipo: <<devi essere consapevole che dentro di te sei una persona bellissima>>, <<dentro di te sei una persona speciale>>, <<dentro di te hai tutte le risorse che ti servono, devi solo tirarle fuori>>.
 
bulimia depression
Tutte queste frasi spingono a vivere una ricchezza interiore che poi non trova corrispondenze con la solitudine che si percepisce fuori di sé stessi e questo, semplicemente, da luogo proprio a quel senso di SCOLLAMENTO PERCETTIVO.
Dentro sé stessi vivono sempre le emozioni più belle del mondo: dentro te stesso c'è giustizia, amore, fratellanza, rispetto...e invece fuori?
Questo "inganno" nasce proprio dal valorizzare un qualcosa che è percezione comune di tutti.
Chi non aveva da piccolo l'amico immaginario?
Ovviamente l'amico immaginario era l'amico perfetto, o sbaglio?
Ognuno aveva l'amico dei suoi sogni, perfetto, che amava ciò che amavamo noi, giocava ai giochi che interessavano a noi...OVVIO, LO AVEVAMO CREATO NOI, plasmandolo con i nostri vizi e i nostri difetti...solo che i bambini hanno 6-7 anni quando creano l'amico immaginario e possono vivere in quel mondo fantastico!
 
Ma da adulti?
 
<<Ad un bambino puoi perdonare la paura del buio...ma ad un adulto quella della luce?>>
Ancora oggi, da adulti, ci divertiamo a creare un mondo interiore perfetto, bellissimo, al quale diamo costanti attenzioni e valore...facciamo crescere un giardino bellissimo dentro di noi, ma intorno a noi creiamo desolazione!
Quando i tuoi sforzi vengono rivolti a contemplare la presunta bellezza interiore, tutto il mondo là fuori ti sembrerà la cosa più meschina e arida del mondo!
Quando ti fermi troppo tempo ad ammirare i sogni che ti porti dentro, le utopie e gli ideali che pensi possano fare la differenza, osservando il mondo non puoi non notare un enorme contrasto!
 
Per questo motivo ti ho voluto SMASCHERARE questo trucco che usa la New Age per poter vendere (libri, corsi, oggettistica, persone, fanta-guru, e chi più ne ha più ne metta...).
 
Da ora in poi, PARTI DAL PRESUPPOSTO CHE LA TUA RICCHEZZA ESTERIORE PLASMERÀ QUELLA INTERIORE e non viceversa!
Indirizza i tuoi sforzi per essere ADERENTE AL MONDO, se non ti piace, CAMBIALO, PLASMALO, COMBATTI PER MIGLIORARLO, e soprattutto, VALORIZZA OGNI SORRISO CHE OTTERRAI DA QUESTO TUO INTENTO.
 
La tua BELLEZZA INTERIORE NON È QUALCOSA CHE COSTRUISCI CON LE TUE FANTASIE, ma È QUALCOSA CHE DEVE GIUNGERE A TE DA EMOZIONI VERE, SINCERE, DA PARTE DELLE PERSONE CHE AIUTI E CHE CREDERANNO IN TE.
 
Attenzione, non ti sto dicendo che devi DIPENDERE DALL'APPROVAZIONE ALTRUI, come fanno i genitori di cui ti parlavo poco sopra quando rimproverano i figli.
NON TI STO DICENDO CHE DEVI COMPIACERE GLI ALTRI, AL CONTRARIO!
Ti sto dicendo che il mondo la fuori non è un mondo perfetto, e lo devi ACCETTARE, comprendere, e allo stesso tempo ti sto dicendo che PENSARE A TE COME AD UN DIAMANTE SCOLLATO DAL CONTESTO IN CUI TI TROVI ti farà solo gettare le basi per una assurda follia.
Ricorda: se permani troppo tempo dentro il tuo mondo interiore, rischi di cascarci dentro in modo permanente, SOPRATTUTTO QUANDO VIENI SPINTO A RESTARCI PROPRIO DALLA TRISTEZZA.
Se un evento nella vita reale ti ha causato una tristezza così forte da farti cadere in INTROSPEZIONE, allora quello che percepirai è il non avere grandi motivi per uscirne fuori.
Quello che accade sovente è che le persone finiscono per dirsi: <<tanto sto meglio dentro di me, che ci vado a fare là fuori? tanto c'è solo desolazione...>>!
In realtà si sta creando desolazione dentro sé stessi, poiché LA TUA RICCHEZZA INTERIORE È LO SPECCHIO DELLA TUA RICCHEZZA ESTERIORE.
 

Se fuori di te non sai creare belle relazioni da vivere, dentro di te sarai sempre più vuoto.

Se sposti l'attenzione dal tuo mondo interiore al tuo mondo esteriore, scoprirai che anche il TRATTENERE e il NEGARE acquistano senso, A PATTO DI VENIRE UTILIZZATE PER MIGLIORARE LE TUE RELAZIONI o DIREZIONARE IL SENSO DI DEDICA verso le persone che ami.
TRATTENERE, LASCIAR ANDARE, ACCETTARE e NEGARE sono 4 dinamiche che devi imparare ad utilizzare in modo saggio e LUNGIMIRANTE.
Devi imparare DOVE e IN QUALI CONTESTI adottare ciascuna risulta più utile.
 
Ricordi la storia del Samurai, che ti ho raccontato nella prima parte dell'articolo? :-)
Accettare le conseguenze più negative, in alcune situazioni estreme, potrebbe fare la differenza tra la vita e la morte.
Ma non sempre ti troverai in situazione così estreme.
Nel caso del Samurai, RIVOLGERE L'ATTENZIONE VERSO IL PROPRIO MONDO INTERIORE, ACCETTANDO L'IDEA DELLA MORTE, significava aumentare le proprie possibilità di SOPRAVVIVERE!
 
Questi sono casi limite.
Nella realtà dei fatti OGGI NON DOVRESTI MAI METTERTI NELLE CONDIZIONI DI SOPRAVVIVERE.
AL CONTRARIO, TENDI CON TUTTO TE STESSO AD AUMENTARE, GIORNO DOPO GIORNO, LA QUALITÀ DELLA TUA VITA.
Ed è proprio per ottenere ciò, che ti sto spingendo a RIVOLGERE L'ATTENZIONE VERSO L'ESTERNO DI TE e non verso l'interno.
 
Quando accetti il mondo per come è, impari a non giudicarlo, perlomeno non in maniera assoluta e generalizzata!
Quando decidi di aiutare una persona, NEGHI l'idea di abbandonare questo mondo a sé stesso: ti impegnerai per migliorarlo, TRATTENENDO un ideale di bellezza ESTERNA A TE, e le persone che deciderai di aiutare, appartenendo al mondo reale, andranno a costituire un tassello migliore nel mondo là fuori.
Tassello dopo tassello stai migliorando il tuo mondo, il mondo in cui vivi, e tutto ciò ti porterà a ARRICCHIRE IL TUO SPIRITO.
Non come conseguenza di uno stupido AUTOCONVINCIMENTO, ma perché le persone ti RICONOSCERANNO UN MERITO per le tue azioni e poiché la vita è sempre una forma di aderenza e contatto, il tuo IO diverrà sempre più maturo e consapevole.
 
neonato manina strettaTi ricordi l'esempio del neonato che si aggrappa alla vita?
Di fronte ad un momento così delicato come il venire al mondo, il neonato RIVOLGE OGNI SUO SFORZO PER AGGRAPPARSI AL MONDO LÀ FUORI, che rappresenta qualcosa di assolutamente esterno a lui.
 
Diffida sempre di chi, di fronte ad una difficoltà da risolvere, ti dice "CHIUDITI DENTRO DI TE", "TANTO TU LO SAI CHE SEI BRAVO, MIGLIORE, PERFETTO"...ecc...perché così facendo, agendo in questo modo, rivolgerai i tuoi pensieri ad alimentare la tua INTROSPEZIONE, allentando la presa verso l'aderenza al mondo esterno.
Ora ti è finalmente chiaro perché ho iniziato scrivendo:
 
LA BELLEZZA DEL TUO MONDO INTERIORE È DIRETTAMENTE DERIVATA DALLA BELLEZZA DEL TUO MONDO ESTERIORE
 
Questo principio è molto SANIFICANTE, perché ti allontana da qualsiasi comportamento introspettivo o che potrebbe generarti SCOLLAMENTO PERCETTIVO tra il tuo mondo interiore e il tuo mondo esteriore.
Non dà spazio ad ANORESSIE o BULIMIE, non dà spazio a prodromi (comportamenti che costituiscono segno premonitore o precursore), di DEPRESSIONI o forme di DISTACCO EMOTIVO ed APATIE.
 
Questo potrebbe essere un ottimo OBIETTIVO DA TENERE A MENTE PER TUTTO QUESTO 2016:
 
INDIRIZZA OGNI TUO SFORZO A RENDERE MIGLIORE IL TUO MONDO ESTERIORE, PERCHÉ DALLA BELLEZZA E RICCHEZZA DI QUESTO, CHE DERIVERÀ LA BELLEZZA E LA RICCHEZZA DEL TUO MONDO INTERIORE
 
smile big
 
 
Se l'articolo ti è piaciuto, metti MI PIACE e inserisci un tuo commento QUI SOTTO :-)
Grazie ai tuoi commenti il sito potrà crescere giorno dopo giorno, diventando luogo di dibattiti, riflessioni e MIGLIORAMENTO PERSONALE. ;-)
 
Alla prossima settimana!
 
 
Fabrizio F. Caragnano
Professional Mental Coach